Alberto Sordi velocista. Il popolare attore, dopo aver pranzato a Milano con i colleghi Andreina Pagnani ed Ernesto Calindri, si avviava verso la macchina lasciata in piazza San Fedele, quando scorse nella vettura un individuo che cercava di neutralizzare il congegno antifurto. Si slanciò verso l’auto: il ladro saltò fuori come un fulmine e si diede alla fuga. Ma l’attore lo raggiunse quasi subito e lo consegnò poi agli agenti di polizia..
(Dis. di Walter Molino).